Vendere francobolli: come e dove vendere francobolli

In questa pagina cercherò di spiegarti come e dove vendere i tuoi francobolli, così che tu possa evitare di commettere gli stessi errori che ho commesso io!

Iniziamo con una doverosa premessa. A qualunque collezionista o semplice appassionato può capitare di dover vendere i propri francobolli, una parte della propria collezione o addirittura l’intero lotto. Voglio partire subito parlando chiaramente: non pensate minimamente di trarre grandi profitti dalla vendita dei propri francobolli, in quanto i valori sui cataloghi non corrispondo mai al valore reale del mercato. Inoltre l’altra sacrosanta verità è che si collezionano i francobolli per piacere, non certo per guadagno.

Sei quindi deciso a vendere i tuoi meravigliosi francobolli rari, abbastanza rari o comuni? Bene, segui questi punti e vedrai che andrà tutto bene.

Come vendere francobolli

  1. Come prima cosa decidi quali francobolli vendere, se una serie, un’intera collezione o quale bollo singolo. Vendere francobolli singoli può avere senso se hai dei pezzi clamorosi, di grande valore, altrimenti rischi di realizzare un guadagno misero. Intuitivamente, tralasciando per il momento la questione dello stato in cui si trovano i valori, una collezione o una serie nella sua interezza ha un valore maggiore.
  2. Ottieni più informazioni possibili sul valore dei tuoi francobolli, facendoli valutare da professionisti nel settore. Una valutazione è senza dubbio il modo più sicuro per accertarsi del valore di un francobollo, collezione o serie: nominalmente questo valore è più alto rispetto al valore di mercato che puoi aspettarti di ricevere dalla vendita: insomma, come le case 🙂 Google, forum di settore, negozi di filatelia e periti filatelici sono – o diventeranno – i tuoi migliori amici! Ricorda, più informazioni ottieni più diminuisce la possibilità di beccarsi qualche fregatura e smenarci un bel po’.

Dove vendere francobolli

  1. Consulta Ebay, siti d’asta, forum: Internet è di nuovo il posto giusto per trovare le informazioni che cerchi su un possibile colpo! Prima di vendere i tuoi francobolli rari, però, prendi tutte le precauzioni del caso: fallo certificare da esperti qualificati, assicurati che tutto sia a posto e che tu sia pronto a venderlo! A proposito di siti d’asta: io uso da anni Catawiki e mi trovo davvero bene, sia nelle vesti di venditore che di acquirente. Leggi altre opinioni e se ti sei convinto registrati gratis a questo indirizzo, non ti costa niente.
  2. Qualche parola in più sulle case d’asta. Affidare a loro la tua collezione di francobolli per una vendita pubblica può essere una mossa intelligente, soprattutto se hai una collezione numerosa e/o non sai bene come muoverti nel settore delle vendite filateliche. Questa possibilità è quindi consigliata se si tratta di una collezione e soprattutto se sei in possesso di esemplari di un certo valore e difficilmente vendibili sul mercato. Importante: dovete sapere che la casa d’asta può farvi pagare come missione qualcosa come il 30-35% del prezzo di vendita, con tempi di pagamento da tre mesi a sei mesi.

Ora hai tutte le informazioni sulla vendita dei francobolli. Per qualsiasi domanda non farti problemi a commentare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *